A. e A. Sgaravatti, rose antiche e piante fin dal 1820

L’azienda Sgaravatti nasce nel 1820 a Saonara per opera di Angelo Sgaravatti, il fondatore, il quale fonda il primo vivaio dove si effettua un più classico servizio di vendita diretta. Nello stesso periodo, Angelo viene scelto come giardiniere di grande esperienza presso l’Orto Botanico di Padova. La vendita per corrispondenza inizia invece dal 1860, con l’inoltro della merce per via ferrata o postale in diverse nazioni, con un servizio che all’epoca era a dir poco innovativo.

Nel periodo bellico tra il 1914 e il 1918 la Casa Sgaravatti incontra grandi difficoltà nel collocare la produzione sui mercati europei. Solo la grande richiesta statunitense (di selvatici) evita la crisi degli Sgaravatti. Nel corso delle proprie attività, l’azienda dei Fratelli Sgaravatti ha ricevuto importanti riconoscimenti per l’elevata qualità della propria produzione.

Il primo riconoscimento in assoluto è stato il brevetto concesso alla Ditta Sgaravatti da Sua Altezza Reale il Principe Eugenio di Savoia Carignano, nel 1885. A questo fanno seguito, negli anni seguenti, i brevetti di Sua Maestà il Re d’Italia e di Sua Maestà la regina Madre di cui la Casa saonarese diventerà fornitrice. I tre stemmi reali accompagneranno sempre le intestazioni ed insegne Fratelli Sgaravatti. Attorno all’inizio del secolo XX l’Azienda diviene fornitrice di altri soggetti che le danno lustro nazionale e internazionale, quali il Governo del Montenegro, l’Imperatore di Germania e i Ministeri dell’Agricoltura italiano, serbo, portoghese, rumeno, ungherese e statunitense.

Ma il servizio di Sgaravatti non si limita alla mera vendita, piuttosto si dedica anche alla realizzazione di opere di verde e di giardini privati, con un proprio ufficio di architettura dei giardini, dei quali propone a partire dal catalogo del 1936 (a pag. 6) esempi di giardini per villette con indicazione delle piante e dei costi e addirittura propone giardini per transatlantici. Accompagna le sue spedizioni di piante con depliant di spiegazioni per la piantagione delle stesse.

Nel catalogo del 1908 vi sono una decina di pagine dedicate con illustrazioni alle norme tecniche per piantare un frutteto, alle indicazioni delle potature e alle varie forme da dare alle piante. Nel primo ventennio del XX secolo i cataloghi avevano raggiunto un centinaio di pagine e le copertine erano illustrate da artisti di fama e contenevano informazioni tali da trasformarli in riviste specializzate.

In seguito l’azienda apre filiali in Pistoia e a Roma, dove tutt’ora è attivo il vivaio in via Cassia Antica al 328, dedicandosi a manutenzioni, creazioni di terrazzi e giardini, oltre alla vendita a privati di piante ornamentali, rose e piante da frutto.

Ripercorri la storia con Sgaravatti, attraverso i suoi cataloghi

Sgaravatti nella Storia

Un dato per niente scontato dell’azienda Sgaravatti è che opera a tutti gli effetti dal 1820, pertanto si tratta di un vivaio con una storia precedente di 40 anni l’unità d’Italia; Nel corso degli anni, l’azienda Sgaravatti ha dovuto far fronte a diversi eventi, che non solo non hanno fermato il nostro storico operato ma bensì hanno contribuito ad accrescere la nostra esperienza e professionalità rendendoci un punto di riferimento mondiale dei vivai, per vendita diretta e per corrispondenza.

Di seguito abbiamo raccolto le immagini di alcuni dei primi cataloghi Sgaravatti, ordinati per anno di uscita e con alcune informazioni generali del periodo che ha contraddistinto l’uscita di quel catalogo così da darvi dei cenni generali di quella che è stata la storia di A. e A. Sgaravatti e il contesto nel quale abbiamo operato in 200 anni di storia.

1868

Catalogo bianco e nero Sgaravatti piante del 1868

Il cancelliere tedesco Bismarck chiede all’Inghilterra di proteggere i missionari dell’Africa sudoccidentale. Il governatore del Capo, Sir Philip Wodehouse risponde all’appello del Regno di Prussia e, aiutato dalla missione del dottor Hahn, attacca il popolo dei nama che resiste finché può, ma alla fine viene quasi completamente sterminato.

In questo stesso anno, il 15 giugno entra in esercizio la Ferrovia del Moncenisio, collegamento che da Torino permette di raggiungere Parigi in un solo giorno.

1873

Catalogo Sgaravatti piante d'ornamento del 1873

 

9 Maggio: inizia a Vienna la Grande Depressione, che successivamente colpirà tutto il mondo, con conseguenze gravissime. Questo giorno viene tutt’ora ricordato come il Venerdì Nero, per il crollo della borsa valori.

1889

Catalgo Sgaravatti vivai in bianco e nero del 1889

Il 31 marzo, durante la presentazione dell’Esposizione Universale, viene inaugurata la Torre Eiffel a Parigi celebrando in quell’occasione anche il centesimo anniversario della Rivoluzione francese.

Il pizzaiolo Raffaele Esposito dedica alla regina Margherita di Savoia la “pizza Margherita” che rappresenta il nuovo vessillo tricolore con il bianco della mozzarella, il rosso del pomodoro ed il verde del basilico.

1908

Catalogo storico piante Sgaravatti del 1908

Lunedì 28 dicembre, ore 5,21 del mattino. In Sicilia e Calabria, un terremoto che raggiunge il 10º grado della scala Mercalli, accompagnato da un maremoto, coinvolge le città di Reggio Calabria e Messina. Il numero delle vittime è a dir poco gravissimo: a Messina circa 80.000 morti su una popolazione di 130.000 abitanti e a Reggio Calabria circa 48.000 morti su di una popolazione di 80.000 abitanti.

Numerose le scosse di assestamento che si ripeterono nei giorni seguenti la catastrofe, fino alla fine del mese di marzo del 1909. Verrà definito come uno dei due eventi sismici più catastrofici che la storia italiana ricordi.

1910

Catalogo Sgaravatti piante del 1910

La nazionale di calcio italiana gioca e vince la sua prima partita, all’Arena di Milano, vincendo 6 a 2 contro la Francia.

1933

Catalogo piante Sgaravatti del 1933Proprio nel corso di quest’anno, gli USA raggiungono il picco più negativo durante la Grande Depressione iniziata nel 1929. In Italia viene creato l’IRI al fine di salvare dalla bancarotta le maggiori banche italiane.

Sempre nel 1933, lo scienziato Enrico Fermi dà un nome al neutrino, spalancando le porte di una nuova scienza, mentre Karl Jansky annuncia la ricezione di onde radio dal centro della galassia.

30 gennaio: Adolf Hitler forma il suo governo, mentre il 24 marzo ottiene i pieni poteri dal parlamento. 10 maggio, a Berlino, i nazisti danno luogo in piazza dell’opera alla Bücherverbrennung, un rogo di libri in cui finiscono bruciati 20.000 volumi di autori messi all’indice.

1934

Catalogo storico a colori Sgaravatti del 1934Alcatraz diventa una prigione federale, mentre Germania e Polonia firmano un patto di non aggressione. Il 1 di aprile viene dichiarato santo don Giovanni Bosco.

In america nasce Paperino dalla casa dei sogni di Walt Disney.

14 giugno, Hitler e Mussolini si incontrano per la prima volta. 2 agosto, Hitler assume la carica di capo dello Stato, unendo nella sua persona le due cariche di capo dello stato e capo del governo. Per definire l’unione di tutte le cariche, inizia ad utilizzare il nome di Führer.

1935

Catalogo Sgaravatti piante per corrispndenza del 1935

Le leggi di Norimberga privano gli ebrei tedeschi della cittadinanza, viene ristabilita la leva obbligatoria in Germania.

1937

Catalogo di piante Sgaravatti del 1937

Proprio in quest’anno viene inaugurato a Roma Cinecittà, si spegne il padre della radio Guglielmo Marconi e mentre Mussolini rimane affascinato dalla potenza bellica tedesca, viene pubblicata la prima edizione di Lo Hobbit, di J.R.R. Tolkien.

1939

Catalogo piante Sgaravatti datato 1939Scoppia la Seconda Guerra Mondiale.

Le truppe spagnole di Franco, accompagnate dalle truppe inviate dall’Italia fascista, conquistano Barcellona. Nello stesso anno, Mussolini firma la famosa alleanza stretta con Hitler, conosciuta come Patto d’Acciaio.

Il 13 settembre Enzo Ferrari fonda la sua azienda, la Ferrari.

1948

Catalogo storico vivai Sgaravatti del 1948

La seconda guerra mondiale è terminata da ormai 3 anni, è tempo di ricostruire.

Il 1 gennaio di quest’anno entra ufficialmente in vigore la Costituzione della Repubblica Italiana.

1950

Lo spettro della guerra è ormai lontano, nelle sale cinematografiche esce Cenerentola per la prima volta, nascono artisti e personaggi del calibro di Renato Zero e Rino Gaetano, figli di una nuova generazione che contribuiranno a costruire il mondo come lo conosciamo oggi.

Cataloghi storici del vivaio Sgaravatti A. e A.